Mon27032017

Font Size

Cpanel

sms

Twitter
Facebook_sgr
Tum sikiş seyretme siteleri bir araya gelse bizim porno sitemiz kadar degere sahip olamazlar. En azindan biz oyle dusunuyoruz. Haksiz miyim Rustu? - Evet haklisin abi diyene kadar agzinin ortasina bi tane yapistirdim bana cevap vermemenin cezasini cekmis oldu amina koydugum. Yine de hatirlatmakta fayda var ola ki yukaridaki pornoton.com ve diger sitemizi begenmez iseniz, porno izlemek icin en iyi site brazzers pornolari yayinlayan sitelerdir. Porno Gratis Video porno Video sesso italiano Porno e Sesso Hard
Back Servizi Ambiente
Ambiente

Ambiente

ORDINANZA N. 86 DEL 10/07/2015 IN MATERIA DI CONFERIMENTO DEI RIFIUTI URBANI

N. 86 del Reg.

IL SINDACO

Premesso che,

L'articolo 198 del D.Lgs 03/04/2006 n. 152 attribuisce ai Comuni le competenze in materia di gestione dei rifiuti, nelle more di una gestione unitaria del ciclo integrato dei rifiuti in Ambito Territoriale Ottimale;

L’art. 178 del D.Lgs 03/04/2006 n. 152 impone, tra l'altro, una gestione dei rifiuti conforme ai principi di "responsabilizzazione e di cooperazione di tutti i soggetti coinvolti nella produzione, nella distribuzione, nell'utilizzo e nel consumo di beni da cui originano i rifiuti".

L'articolo 181 del D.Lgs. 03/04/2006 n.152 stabilisce che "Al fine di promuovere il riciclaggio di alta qualità e di soddisfare i necessari criteri qualitativi per i diversi settori del riciclaggio….le regioni stabiliscono i criteri con i quali i comuni provvedono a realizzare la raccolta differenziata in conformità a quanto previsto dall’art. 205";

La Legge Regionale 39 dicembre 2011, n. 38 “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2012 e bilancio pluriennale 2012 – 2014 della Regione Puglia”, istituisce il nuovo regime dell’ecotassa fondato su criteri premiali in ragione, tra l’altro, della quantità e qualità dei rifiuti differenziati, avviati all’effettivo recupero e compostaggio nel periodo di riferimento 1° settembre – 31 agosto di ciascuna annualità.

Gli obiettivi per lo sviluppo delle raccolte differenziate posti dalla normativa nazionale e dalla programmazione regionale, provinciale e comunale costituiscono a tutti gli effetti prescrizioni che rendono obbligatoria la raccolta differenziata su tutto il territorio comunale.

Tanto premesso,

Vista la precedente Ordinanza Sindacale n. 58 del 8 maggio 2014 che, per le motivazioni in essa rappresentate, istituisce il servizio di raccolta differenziata integrale porta a porta esteso all’intero centro abitato, con esclusione delle frazioni rurali e case sparse, precisando che lo stesso servizio sarà esteso a quest’ultime utenze (frazioni rurali e case sparse) con apposita ordinanza in una fase successiva.

Visto il capitolato speciale di appalto integrativo dei servizi di igiene urbana, approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 45 del 28.04.2015 che, tra l’altro, estende il servizio di raccolta differenziata integrale porta a porta all’intero territorio comunale, comprese le case sparse e zone rurali, al fine di soddisfare i criteri di premialità previsti dalla citata Legge Regionale n. 38/2011 per la graduazione dell’ecotassa.

Visto, altresì, il quadro riepilogativo delle frequenze di raccolta stabilite nello stesso capitolato speciale dove, in particolare, per la frazione residua/indifferenziata è prevista una frequenza di raccolta di 2/7, ovvero di due giorni a settimana.

Dato atto che la necessità di realizzare l’obiettivo di cui alla legge regionale 10 aprile 2015 n. 16, art. 1 co. 1 – ovvero incrementare la percentuale di raccolta differenziata di almeno il 5% in più rispetto al dato conseguito nel mese di novembre 2014, ai fini di un ricalcolo dell’aliquota dell’ecotassa 2015 in misura ridotta (€/t 15,00), attualmente applicata dalla Regione Puglia nella misura max di €/t 25,82 – ha imposto l’attuazione di una raccolta differenziata “più spinta”, ovvero la riduzione della frequenza di raccolta della frazione residua/indifferenziata da due giorni ad un giorno a settimana.

Dato atto che, in vista dell’avvio del nuovo servizio, si è dato corso ad azioni di informazione mediante l’affissione di manifesti dedicati, la consegna ad ogni utenza del c.d. “calendario di conferimento”, nonché alla consegna in comodato d’uso gratuito ad ogni utenza, sia domestica che non, di appositi contenitori e sacchetti per il conferimento delle varie frazioni di rifiuti.

Ritenuto, pertanto, opportuno emanare adeguate norme per la disciplina del conferimento dei rifiuti urbani, tenuto conto dei dati acquisiti nel periodo sperimentale, nonché delle modalità e frequenze di raccolta previste nel capitolato speciale di appalto integrativo approvato con la citata deliberazione CC n. 45/2015, adeguate in ragione della necessità di realizzare l’obiettivo di cui alla legge regionale 10 aprile 2015 n. 16, art. 1 co. 1.

Dato atto che, l’esigenza di soddisfare i criteri di premialità previsti dalla citata Legge Regionale n. 38/2011 per la graduazione dell’ecotassa, richiede un’organizzazione del servizio di raccolta rsu mediante un sistema integrato “porta a porta” esteso a tutto il territorio comunale, comprese le case sparse e zone rurali, così come previsto con deliberazione di Consiglio Comunale n. 45 del 28.04.2015, sopra citata.

Visto il Regolamento comunale per la disciplina dei servizi di igiene urbana, approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 16 del 23.02.2006;

Visto il Decreto Legislativo 18.08.2000, n. 267 “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”, in particolare l’art. 7/bis che stabilisce le sanzioni per le violazioni delle disposizioni dei regolamenti e delle ordinanze;

Vista la Legge regionale 30.12.2011 n. 38 e ss.mm.ii., in particolare l’art. 7 rubricato “Tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi”.

Vista la Legge regionale 10 aprile 2015, n. 16 “Misure per l’applicazione nell’anno 2015 dell’articolo 7 della legge regionale 30 dicembre 2011, n. 38”.

O R D I N A

Art. 1

Le disposizioni contenute nelle Ordinanze precedentemente emesse in materia di conferimento rifiuti, che risultano in contrasto con il presente provvedimento, si intendono abrogate.

Art. 2

È istituito il servizio di raccolta differenziata integrale domiciliare, esteso all’intero territorio comunale comprese le frazioni rurali e case sparse.

Art. 3

Il nuovo servizio domiciliare riguarda le seguenti frazioni omogenee di rifiuti urbani:

Organico/Umido

Plastica e Metalli

Carta, Cartone e Tetra pak

Vetro

Indifferenziato/secco residuo

Pannoloni e pannolini

Ogni utenza è tenuta ad osservare le prescrizioni contenute negli articoli che seguono.

Art. 4

UTENZE DOMESTICHE

  1. ORARI DI CONFERIMENTO

  • Il conferimento ad opera delle utenze domestiche e piccole attività commerciali, ovvero il deposito delle pattumiere e sacchetti sulla soglia della propria abitazione, o condominio, deve essere eseguito nel rispetto dei seguenti orari:

  • Da ottobre a maggio: dalle ore 21.00 alle ore 06.00 del mattino successivo

  • Da giugno a settembre: dalle ore 23.00 alle ore 06.00 del mattino successivo

  • Per le attività commerciali le attrezzature dovranno essere depositate all’esterno del proprio esercizio, a partire dall’orario di chiusura serale.

2. FRAZIONE ORGANICA/UMIDO

  • Il conferimento della frazione organica deve essere eseguito esclusivamente mediante l’uso di bio-pattumiere di colore marrone e sacchetti compostabili forniti dal soggetto gestore del servizio e/o comunque conformi alla legge.

  • Le bio-pattumiere, accuratamente chiuse, contenenti la frazione organica nei sacchetti compostabili, devono essere depositate a piè ingresso, in prossimità della strada pubblica, nel rispetto degli orari riportati al comma 1.

  • Il conferimento di tale frazione è consentito nei seguenti giorni: MARTEDÌ – VENERDÌ – DOMENICA.

  1. PLASTICA - METALLI

  • Il conferimento della plastica - metalli (multimateriali) deve essere eseguito mediante l’uso di sacchetti trasparenti, forniti dal soggetto gestore del servizio e/o comunque conformi alla legge.

  • Tali sacchetti, accuratamente chiusi, devono essere depositati a piè ingresso, in prossimità della strada pubblica, nel rispetto degli orari riportati al comma 1.

  • Il conferimento di tale frazione è consentito nei seguenti giorni: GIOVEDI’.

  1. VETRO

  • Il conferimento del vetro deve essere eseguito mediante l’uso di mastelli di colore verde forniti dal soggetto gestore del servizio.

  • Tali contenitori, accuratamente chiusi, devono essere depositati a piè ingresso, in prossimità della strada pubblica, nel rispetto degli orari riportati al comma 1.

  • Il conferimento di tale frazione è consentito nei seguenti giorni: LUNEDI’.

  1. CARTA, CARTONE E CONFEZIONI TETRA PAK

  • Il conferimento della carta e tetra pak deve essere eseguito mediante l’uso di sacchetti trasparenti, forniti dal soggetto gestore del servizio e/o comunque conformi alla legge.

  • Tali sacchetti, accuratamente chiusi, devono essere depositati a piè ingresso, in prossimità della strada pubblica, nel rispetto degli orari riportati al comma 1.

  • I cartoni devono essere scomposti, compattati e, adeguatamente legati, depositati insieme ai sacchetti.

  • Il conferimento di tale frazione è consentito nei seguenti giorni: MERCOLEDI’.

  • Le quantità di carta e cartone superiori a 20 Kg. devono essere conferite presso il Centro Comunale di Raccolta.

6. INDIFFERENZIATO/SECCO RESIDUO

  • Il conferimento dell’indifferenziato/secco residuo deve essere eseguito esclusivamente mediante l’uso di mastelli di colore grigio, forniti dal soggetto gestore del servizio.

  • Le pattumiere, accuratamente chiuse, contenenti l’indifferenziato residuo in appositi sacchetti generici, devono essere depositate a piè ingresso, in prossimità della strada pubblica, nel rispetto degli orari riportati al comma 1.

  • Il conferimento di tale frazione è consentito nei seguenti giorni: SABATO.

7. PANNOLONI E PANNOLINI

Le famiglie in cui sono presenti:

  1. Persone con incontinenza e/o con patologie specifiche, che fanno utilizzo in maniera continuativa di pannoloni, traverse, sacche per rifiuti biologici o cateteri;

  2. Bambini fino al compimento di 2 anni, che fanno utilizzo di pannolini;

    possono richiedere al soggetto gestore un servizio di raccolta integrativo di raccolta porta a porta di tali rifiuti.

  • Il conferimento deve essere eseguito esclusivamente mediante l’uso di mastelli di colore grigio, forniti dal soggetto gestore del servizio (gli stessi utilizzati per il conferimento dell’indifferenziato/secco residuo).

  • Le pattumiere, accuratamente chiuse, contenenti i rifiuti in appositi sacchetti generici, devono essere depositate a piè ingresso, in prossimità della strada pubblica, nel rispetto degli orari riportati al comma 1.

  • Il conferimento di tale frazione è consentito con le seguenti cadenze:

  1. TUTTI I GIORNI per i pannoloni, traverse, sacche per rifiuti biologici o cateteri, prodotti da persone con incontinenza e/o con patologie specifiche;
  2. MERCOLEDI’ e SABATO per i pannolini prodotti dai neonati fino a due anni.

Si precisa che il diritto al servizio integrativo è limitato alle concrete esigenze. Pertanto, è obbligatorio comunicare la cessazione del servizio al decadere delle stesse esigenze.

Qualora fossero riscontrate delle irregolarità nel conferimento, il servizio sarà immediatamente sospeso ed applicate le relative sanzioni.

Art. 5

UTENZE NON DOMESTICHE

(RISTORANTI–PIZZERIE–TAVOLE CALDE–BAR RISTORO–PASTICCERIE–ESERCIZI DI VICINATO SETTORE ALIMENTARE E NON, ecc. )

1. FRAZIONE ORGANICA

  • Il conferimento della frazione organica deve essere eseguito mediante l’uso di contenitori carrellati di colore marrone forniti dal soggetto gestore del servizio.

  • I contenitori carrellati devono essere tenuti dagli utenti all’interno della proprietà privata.

  • Per consentire le operazioni di ritiro, i contenitori contenenti la frazione organica devono essere esposti a lato dell’ingresso dell’esercizio a partire dall’orario di chiusura serale.

  • Il conferimento di tale frazione è consentito TUTTI I GIORNI della settimana, compresa la domenica. Per le frazioni rurali e case sparse il conferimento è previsto nei seguenti giorni: MARTEDI’ – VENERDI’ – DOMENICA. Per casi specifici può essere prevista una frequenza maggiore, se giustificato da particolari e esigenze.

2. PLASTICA – METALLI

  • Il conferimento della plastica - lattine (multimateriali) deve essere eseguito mediante l’uso di contenitori carrellati di colore giallo forniti dal soggetto gestore del servizio.

  • I contenitori carrellati devono essere tenuti dagli utenti all’interno della proprietà privata.

  • Per consentire le operazioni di ritiro, tali contenitori devono essere esposti a lato dell’ingresso dell’esercizio a partire dall’orario di chiusura serale.

  • Il conferimento di tale frazione è consentito nei seguenti giorni: LUNEDI’ – GIOVEDI’. Per le zone rurali e case sparse il conferimento è previsto nei seguenti giorni: GIOVEDI’. Per casi specifici può essere prevista una frequenza maggiore, se giustificato da particolari e esigenze.

  1. CARTA

  • Il conferimento della carta deve essere eseguito mediante l’uso di contenitori carrellati di colore bianco o blu forniti dal soggetto gestore del servizio.

  • I contenitori carrellati devono essere tenuti dagli utenti all’interno della proprietà privata.

  • Per consentire le operazioni di ritiro, tali contenitori devono essere esposti a lato dell’ingresso dell’esercizio a partire dall’orario di chiusura serale.

  • Il conferimento di tale frazione è consentito nei seguenti giorni: MERCOLEDI’

  • Per le frazioni rurali e case sparse: MERCOLEDI’

  1. CARTONE

  • Al fine di favorire la riduzione dell’ingombro e agevolare l’operazione di prelievo da parte degli operatori del servizio, tali imballaggi devono essere scomposti, compattati e – adeguatamente legati e/o sistemati negli appositi cestelli – depositati a lato degli esercizi commerciali a partire dall’orario di chiusura serale.

  • Il conferimento di tale frazione è consentito nei seguenti giorni: dalla DOMENICA al VENERDI’

  • Per le frazioni rurali e case sparse: LUNEDI’ – MERCOLEDI’ – VENERDI’

  • Le quantità di carta e cartone superiori a 20 Kg. devono essere conferite presso il Centro Comunale di Raccolta.

  1. VETRO

  • Il conferimento del vetro deve essere eseguito mediante l’uso di contenitori carrellati di colore verde forniti dal soggetto gestore del servizio.

  • I contenitori carrellati devono essere tenuti dagli utenti all’interno della proprietà privata.

  • Per consentire le operazioni di ritiro, tali contenitori devono essere esposti a lato dell’ingresso dell’esercizio a partire dall’orario di chiusura serale.

  • Il conferimento di tale frazione è consentito nei seguenti giorni: LUNEDI’ – GIOVEDI’. Per le zone rurali e case sparse: LUNEDI’. Per casi specifici può essere prevista una frequenza maggiore, se giustificato da particolari e esigenze.

  1. INDIFFERENZIATO/SECCO RESIDUO

  • Il conferimento dell’indifferenziato/secco residuo deve essere eseguito mediante l’uso di contenitori carrellati di colore grigio forniti dal soggetto gestore del servizio.

  • I contenitori carrellati devono essere tenuti dagli utenti all’interno della proprietà privata.

  • Per consentire le operazioni di raccolta, tali contenitori devono essere esposti a lato dell’ingresso dell’esercizio a partire dall’orario di chiusura serale.

  • Il conferimento di tale frazione è consentito nei seguenti giorni: SABATO

  • Art. 6

  • NORME PARTICOLARI PER LE AREE MERCATALI E COMMERCIANTI OCCASIONALI

  • Il titolare di concessione di posteggio ed i commercianti occasionali devono garantire, durante l’attività di vendita, la costante pulizia dell'area occupata.

  • I rifiuti prodotti durante l’esercizio della propria attività (carta, plastica e metalli, vetro, secco indifferenziato) devono essere raccolti in appositi sacchetti di plastica, secondo i principi della raccolta differenziata, separando le diverse tipologie di rifiuti;

  • Gli imballaggi di cartone devono essere scomposti, compattati e, adeguatamente legati, sistemati in corrispondenza del proprio posteggio, al fine di agevolare l’operazione di prelievo da parte degli operatori del servizio di igiene urbana;

  • La frazione umida (scarti di frutta e verdura, ecc.) prodotta durante l’esercizio dell’attività di vendita, deve essere raccolta esclusivamente in sacchetti compostabili di adeguate dimensioni;

  • Al termine dell’attività di vendita i sacchetti di plastica ed i sacchetti compostabili, integri e chiusi, nonché gli imballaggi in cartone, devono essere lasciati in corrispondenza del rispettivo posteggio;

  • Al termine dell’attività di vendita i singoli posteggi devono risultare perfettamente puliti e sgombri da qualsiasi rifiuto.

Art. 7

NORME COMUNI

  • Gli imballaggi in legno e/o plastica (cassette per la frutta, ecc.), grosse quantità di cellophane e polistirolo, nonché ogni altro tipo di imballaggio non conferibile secondo le modalità sopra esposte (in sacchetti e/o bidoni carrellati), dovranno essere conferiti presso il Centro comunale di raccolta differenziata, sito in località “Salerno”.

  • I contenitori carrellati, i cestelli, le bio-pattumiere e mastelli per la raccolta delle varie frazioni differenziate, una volta svuotati, devono essere ritirati dall’utente entro un’ora dalla fine del turno di raccolta.

  • I contenitori carrellati, le bio-pattumiere e mastelli per la raccolta delle varie frazioni differenziate, sono assegnati agli utenti in comodato d’uso gratuito secondo quanto stabilito dall’art. 1803 e seguenti del codice civile. Gli utenti hanno l’obbligo di mantenerli in buono stato, utilizzarli per il solo scopo cui sono destinati e provvedere alla loro custodia, pulizia e lavaggio.

  • In caso di comprovata impossibilità di tenere i contenitori carrellati all’interno della proprietà privata, il gestore del servizio potrà individuare soluzioni alternative, oppure sostituire il carrellato con altre attrezzature adeguate allo scopo (bio-pattumiere, pattumiere, sacchetti dedicati, sacchetti generici, ecc), previa acquisizione della relativa autorizzazione da parte del Servizio ambiente.

  • In alternativa, e in aggiunta ai servizi sopra garantiti, ogni tipo di imballaggio e rifiuti urbani e/o assimilati agli urbani possono essere conferiti presso il Centro comunale di raccolta differenziata, sito in località “Salerno”, nel rispetto del vigente regolamento di gestione e del seguente orario di apertura:

  • Orario antimeridiano: dalle ore 9.00 alle ore 12.00;

  • Orario pomeridiano: dalle ore 15.00 alle ore 18.00.

  • Il servizio è attivo tutti i giorni, con esclusione dei festivi e domeniche.

  • In via del tutto provvisoria, fino a nuove determinazioni, è stato istituito il servizio mobile di sostegno alla raccolta domiciliare della frazione organica e della frazione secca/residua. Chiunque, per qualsiasi motivo non ha la possibilità di avvalersi del sistema di raccolta domiciliare, può conferire, occasionalmente ed esclusivamente, la frazione organica e la frazione secca/residua presso l’area pubblica sita in Via P. Turbacci (compresa tra i supermercati eurospin e conad), negli automezzi della Lombardi Ecologia Srl, ivi disponibili.

  • Il servizio è attivo tutti i giorni, con esclusione dei festivi e domeniche, dalle ore 14.00 alle ore 18.00

  • Ingombranti (armadi, materassi, apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, ecc.): È previsto il servizio gratuito di ritiro domiciliare a chiamata. L’utente dovrà richiedere l’intervento del soggetto gestore del Servizio di Igiene urbana, telefonando al numero verde 800561893, oppure al numero 0882.818041 (sede aziendale), attivi dal lunedì al sabato dalle ore 8.00 alle ore 13.00.

  • Indumenti usati: devono essere conferiti negli appositi contenitori dislocati sul territorio comunale.

  • Farmaci scaduti: devono essere conferiti negli appositi contenitori esistenti presso: farmacie, studi medici, esercizi di articoli sanitari, ambulatori ASL, sede municipale, comando di Polizia Municipale.

  • Pile esauste: devono essere conferiti negli appositi “contenitori da banco” ubicati presso: supermercati, tabaccai, orafi, orologiai, rivenditori elettrodomestici e materiale elettrico, rivenditori ferramenta/bricolage, fotografi, oppure negli appositi “contenitori a colonnina” ubicati presso edifici scolastici, edifici comunali, comando di Polizia Municipale, ambulatorio ASL, sedi di associazioni.

  • Oli esausti vegetali di provenienza domestica: devono essere conferiti negli appositi contenitori dislocati nell’ambito del centro abitato.

  • Sfalci e Potature: Tale frazione deve essere conferita presso il Centro comunale di raccolta differenziata, sito in località “Salerno”. Per scarsi quantitativi, non superiori a Kg. 20, imbustati in sacchetti compostabili, il conferimento, per un massimo di due sacchetti, è soggetto alle stesse norme in vigore per la frazione organica, di cui all’art. 4 (UTENZE DOMESTICHE).

    Art. 8

CRITERI PER LA SUDDIVISIONE DELLE VARIE FRAZIONI DI RIFIUTI

Gli utenti suddividono le varie frazioni merceologiche all’interno dei sacchetti o contenitori attenendosi scrupolosamente ai seguenti criteri, adeguatamente pubblicizzati dal soggetto gestore del servizio:

Frazione organica

Le frazioni recuperabili da conferire, nel rispetto delle modalità sopra rappresentate, sono:

  • Scarti di cucina, avanzi di cibo e frutta, alimenti avariati, tovaglioli di carta unti, fondi di caffè, filtri di tè, ceneri spente, piccole potature di fiori, piante, sfalci d’erba, foglie, cassette della frutta in legno adeguatamente spezzettate.

    Non rientrano in tale frazione: pannolini e pannoloni, assorbenti, stracci, spugne, gomme da masticare, cicche di sigarette, ecc....

    Plastica, metalli (multimateriale)

    Le frazioni recuperabili da conferire, nel rispetto delle modalità sopra rappresentate, prima di essere depositate nell’apposito sacchetto devono essere svuotate, risciacquate e schiacciate per ridurne il volume. Esse sono:

  • Imballaggi di plastica: bottiglie, flaconi per detersivi e shampo, piatti e bicchieri monouso, buste, vaschette, pellicole, barattoli plastica/metallo, retine frutta e verdura, polistirolo, cellophane

  • Imballaggi di metallo: scatolame, lattine, fogli di alluminio, bombolette spray non etichettate T e/o F, tubetti di dentifricio vuoti, blister per farmaci (vuoti)

    Non rientrano in tale frazione: bacinelle, giocattoli rotti, bambole, accendini, posate monouso in plastica, oggetti di gomma, tubi di plastica e metallo, penne, grucce appendiabiti, videocassette, custodie cd, lamette, bombolette spray etichettate T e/o F

    Vetro:

    Le frazioni recuperabili da conferire, nel rispetto delle modalità sopra rappresentate, prima di essere depositate nell’apposito contenitore devono essere svuotate e risciacquate. Esse sono:

  • Bottiglie senza tappo, barattoli, vasetti, flaconi.

    Non rientrano in tale frazione: lampadine e lampade al neon, lastre di vetro, cristalli e specchi, oggetti in ceramica, porcellana, terracotta, damigiane e altri oggetti ingombranti.

    Carta e confezioni tetra pak

    Le frazioni recuperabili da conferire, nel rispetto delle modalità sopra rappresentate, sono:

  • Giornali, riviste, imballaggi di carta e cartoncino, confezioni tetra pak per alimenti e bevande, fotocopie in carta e fogli vari, depliant e volantini non plastificati, cartavelina

    Non rientrano in tale frazione: carta plastificata, scontrini fiscali, carta forno, carta alluminio, cellophane, ogni tipo di carta, cartone e cartoncino che sia stato sporcato con vernici o altri prodotti tossici.

    Imballaggi di cartone

    Le frazioni recuperabili da conferire, nel rispetto delle modalità sopra rappresentate, sono:

  • Cartoni da imballaggio, scatole per prodotti vari.

    Non rientrano in tale frazione: cartoni macchiati di vernice o altri materiali tossici, polistirolo, cellophane.

    Indifferenziato/secco residuo

    Tutto ciò che non può essere differenziato costituisce indifferenziato residuo. Esso è rappresentato da:

  • Pannolini e pannoloni, assorbenti, stracci sporchi, spugne, spazzolini, oggetti di gomma, posate monouso, cicche di sigarette, carta plastificata, lampadine, cocci di ceramica, porcellana e terracotta, biro, bottoni, cialde in plastica, gomme da masticare, grucce appendiabiti, lastre/radiografie, siringhe con ago accuratamente sigillato, pennarelli, piccoli utensili (cacciavite, pinze, ecc.), occhiali, ombrelli.

  • Non rientrano in tale frazione: tutti i materiali riciclabili (organico, plastica e metalli, carta, cartone e cartoncino, tetra pak, vetro), rifiuti urbani pericolosi, ingombranti.

    Art. 9

  • DIVIETI ED OBBLIGHI

  • È espressamente vietato abbandonare e/o depositare, anche temporaneamente, rifiuti di qualsiasi genere nei luoghi e in orari e giorni diversi da quelli stabiliti con la presente Ordinanza.

  • È espressamente vietato depositare nei cestini porta-rifiuti, dislocati sulle aree pubbliche del territorio comunale, i rifiuti prodotti da attività domestiche, commerciali e/o attività produttive.

  • È fatto obbligo differenziare i rifiuti osservando scrupolosamente le norme sopra enunciate.

  • È fatto obbligo, dopo ogni operazione di conferimento, chiudere accuratamente il bidone carrellato.

  • È fatto obbligo, in caso di vento, di assicurare la stabilità dei mastelli e/o le buste di conferimento e ritirarli il prima possibile dal suolo pubblico.

  • Ogni contenitore utilizzato per il conferimento dovrà essere chiuso e pulito, al fine di garantire adeguata tutela della salute pubblica, dell’igiene e del decoro ambientale.

  • È fatto obbligo ai produttori di rifiuti speciali non assimilati ai rifiuti urbani di servirsi di ditte autorizzate per lo smaltimento delle stesse tipologie di rifiuti.

  • È fatto obbligo agli addetti al servizio di raccolta, di non provvedere al ritiro dei rifiuti conferiti in maniera difforme dalle precedenti disposizioni. In tal caso sul contenitore o sul sacchetto sarà apposto un bollino rosso atto a segnalare l’errato conferimento dei rifiuti ed in particolare la presenza di frazioni diverse di tipologia di rifiuti (es. la presenza di materiale secco residuo nella frazione organica o nella plastica, ecc..). L’utente ammonito dovrà provvedere alla corretta separazione dei rifiuti e conferirli nuovamente secondo quanto indicato nel calendario. L’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di effettuare dei controlli a campione sul corretto conferimento dei rifiuti anche eventualmente avvalendosi degli agenti della Polizia Locale e dei Carabinieri;

  • Art. 10

  • SANZIONI

  • È fatto salvo quanto previsto dal Decreto legislativo 3.04.2006 n. 152, dalla Legge 689/2981 e dal Decreto legislativo 267/2000 in materia di applicazione delle sanzioni amministrative.

  • Chiunque viola, inoltre, le norme comportamentali relative alle modalità di conferimento dei rifiuti, sopra enunciate, compreso l’obbligo di conferimento separato dei rifiuti, è punito con la sanzione pecuniaria amministrativa da € 25.00 (venticinque/00) a € 500.00 (cinquecento/00).

  • Dall’accertamento della violazione consegue, altresì, l’obbligo di ravvedimento e/o di ripristino dello stato dei luoghi a carico del trasgressore e/o dell’obbligato in solido.

  • Il pagamento delle sanzioni è disciplinato dall’art. 16 della Legge n. 689/1981 e ss.mm.ii.

  • È prevista, inoltre, la sanzione accessoria della sospensione di gg. 30 della concessione/autorizzazione di posteggio, nel caso di violazione delle norme di cui all’art. 7 NORME PARTICOLARI PER LE AREE MERCATALI E COMMERCIANTI OCCASIONALI).

  • È fatta salva l’azione penale, ove prevista.

D I S P O N E

  • Le seguenti forme di pubblicità, affinché chiunque ne possa prendere visione:

    Pubblicazione all’Albo Comunale per 30 gg. consecutivi

    Pubblicazione sulla rete civica del Comune.

    Affissione nel centro abitato.

  • La trasmissione della presente Ordinanza, per quanto di competenza:

    Al Servizio Ambiente – Sede

    Al Comando della Polizia Municipale – Sede

    Al Servizio Igiene e Sanità Pubblica – ASL FG – San Giovanni Rotondo (FG)

    Al Comando Stazione Carabinieri – San Giovanni Rotondo (FG)

  • Il Servizio Ambiente, la Polizia Municipale, il Personale Ispettivo della ASL FG e tutte le Forze dell’Ordine, nonché il soggetto concessionario del servizio di igiene urbana, ognuno per quanto di competenza, sono incaricati dell’esecuzione della presente Ordinanza.

  • E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e fare osservare le prescrizioni della presente ordinanza.

    La presente Ordinanza viene, inoltre, trasmessa alla Lombardi Ecologia Srl, quale soggetto concessionario del servizio di igiene urbana, affinché, nell’ambito della “campagna informativa, educativa e di sensibilizzazione dell’utente e della popolazione scolastica”, contrattualmente prevista, provveda, tra l’altro, a pubblicizzarla, anche in estratto, presso ogni utenza commerciale e domestica residenti nelle zone interessate, nonché presso ciascuna scuola di ogni ordine e grado.

  • Contro la presente Ordinanza è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni dalla data di pubblicazione all’Albo Pretorio Comunale ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla stessa data.

Dalla Residenza Municipale, addì 10 LUGLIO 2015

ufficioambiente/ptt

IL DIRIGENTE

f.to Ing. Leonardo De Bonis

IL SINDACO

f.to Luigi Pompilio